Glossario

Bilancio di Sostenibilità

E’ uno strumento di gestione che riunisce gli approcci economico, sociale ed ambientale strutturandoli organicamente in ottica di riduzione dei disagi per le generazioni future. È uno strumento di comunicazione e dialogo con gli stakeholder d’impresa, che mira a fornire informazioni sul profilo e le prestazioni economiche, sociali e ambientali di un’impresa. La sua realizzazione è volontaria e integra il bilancio d’esercizio.

Bilancio Sociale

Strumento di gestione/comunicazione che descrive la dimensione sociale dei rapporti tra l’organizzazione e gli stakeholder integrandone le esigenze nelle scelte strategiche.

Black Swan

Un imprevedibile ed inaspettato evento, (generalmente geopolitico o ambientale) con conseguenze catastrofiche tali da mettere a repentaglio gli andamenti (pianificati) di un’impresa.

Codice Etico

Dichiarazione dei princìpi che guidano l’impresa nel suo operare quotidiano e definizione delle linee di condotta degli appartenenti all’organizzazione nei confronti di tutti gli stakeholder. Esso specifica cosa intenda l’impresa per responsabilità sociale e le modalità con le quali la mette in pratica nell’operare ogni giorno.

Corporate Governance

La Corporate Governance in una impresa affronta la dimensione sociale connessa all’assetto della proprietà, alla struttura e alle modalità di funzionamento del Consiglio di Amministrazione (CdA), nonché ai rapporti intercorrenti fra la proprietà, il CdA e la struttura manageriale. I temi affrontati riguardano la composizione degli organi di governo, i criteri di selezione dei consiglieri di amministrazione, il ruolo dei consiglieri indipendenti, la trasparenza relativa al funzionamento degli organi di governo, la tutela degli azionisti di minoranza, i sistemi di controllo interno, le offerte pubbliche di acquisto (OPA).

Danno

Espressione delle conseguenze negative legate all’evento.

Danno Ambientale

Effetto dovuto al verificarsi dell’evento con conseguenze negative per l’ambiente circostante.

Disabilità

Limitazione o perdita (conseguente a menomazione) della capacità di compiere un’attività nel modo o nell’ampiezza considerati normali.

Evento

Accadimento, episodio. Può avere conseguenze negative (evento indesiderato, avverso) o conseguenze ininfluenti o positive per il sistema.

Evento Avverso

Qualsiasi accadimento con potenzialità di causare un danno o una perdita. L’evento è costituito da condizioni (legate al contesto) e fattori (legato alle azioni). Esso può identificarsi con l’incidente, che può compromettere l’ambiente o la salute dei lavoratori.

Evento con esiti negativi

L’evento verificatosi ha determinato conseguenze negative (danni o perdite) per l’ambiente o la salute dei lavoratori.

Evento Sentinella

Evento avverso di particolare tipologia o gravità, indicativo di un malfunzionamento del sistema; nonostante il fenomeno si possa essere verificato una sola volta, si rende opportuna un’indagine immediata rivolta ad accertare se abbiano contribuito al suo verificarsi alcuni fattori che potrebbero essere in futuro corretti.

Evento senza esiti negativi

Si tratta di occasioni in cui un evento si è realmente verificato, ma senza conseguenze negative (danni o perdite) per l’ambiente o la salute dei lavoratori.

Identificazione del pericolo (Hazard Identification)

Processo di identificazione dell’esistenza di un pericolo e di definizione delle sue caratteristiche.

Incident Reporting

Modalità standardizzata di segnalazione di eventi avversi o indesiderati, finalizzata a rilevare criticità del sistema o di alcune procedure.

Incidente

Evento collegato all’attività lavorativa che ha o avrebbe potuto portare a lesioni, morte o a una malattia professionale.

Infortunio

Rappresenta il danno causato dall’evento sulla persona. L’infortunio sul lavoro è l’infortunio occorso per causa violenta in occasione di lavoro. Esso può avere diverse entità.

Infortunio con esito mortale

Massima entità del danno incidentale, causa la morte.

Infortunio con invalidità permanente

Grave entità del danno incidentale, causa la perdita di funzioni motorie o vitali.

Infortunio con invalidità temporanea

Media entità del danno incidentale, causa la momentanea perdita di abilità lavorative o funzioni motorie.

Infortunio minore

Minima entità del danno incidentale, causa conseguenze di limitata gravità.

Interferenza

«Contatto rischioso» tra il personale del committente e quello dell’appaltatore o tra il personale di imprese diverse che operano nella stessa sede aziendale con contratti differenti.

Knowledge Management

Processo o pratica per creare, acquisire, catturare, condividere e usare la conoscenza ovunque risieda, per migliorare l’apprendimento e le performance nelle organizzazioni.

Luoghi di lavoro

Luoghi che contengono le postazioni di lavoro all’interno dell’azienda o dell’unità produttiva e comunque ogni area accessibile per il lavoro.

Luogo di lavoro (Workplace)

Qualsiasi località fisica nella quale il lavoro e le relative attività sono effettuate sotto il controllo dell’organizzazione.

Malattia professionale

Malattia contratta nell’esercizio e a causa della lavorazione alla quale è adibito il lavoratore.

Malattia professionale (Ill Health)

Avversa condizione fisica o mentale identificabile derivante da una attività lavorativa o legata a situazioni lavorative.

Miglioramento continuo

Processo ricorrente di miglioramento del sistema di gestione di salute e sicurezza al fine di conseguire miglioramenti in tutte le prestazioni di salute e sicurezza, in linea con la politica dell’ organizzazione.

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

Modello organizzativo e gestionale per la definizione e l’attuazione di una politica aziendale e dei principi, procedure e disposizioni idoneo a prevenire la commissione dei reati previsti dal D.Lgs. 231/2001 e che consente l’esonero dalla Responsabilità Amministrativa e dalle relative sanzioni.

Obiettivi di Salute e Sicurezza

Risultati, in termini di prestazioni di salute e sicurezza, che una organizzazione si prefigge di raggiungere.

Osservatorio Salute e Sicurezza

Istituto interno messo a punto da Alfa Acciai per il monitoraggio continuo, l’analisi e la comunicazione di infortuni, incidenti, quasi eventi, eventi sentinella, non conformità, azioni correttive e azioni preventive. L’Osservatorio, i principi, le modalità di lavoro e gli strumenti utilizzati sono descritti nella procedura del SGSSL 5.3PRS01 “Osservatorio Sicurezza: Investigazione degli incidenti, non conformità ed azioni correttive e preventive.

Pericolo

Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore presente (per esempio materiali o attrezzature di lavoro, metodi o pratiche operative in uso) avente il potenziale di causare danni.

Pericolo (Hazard)

Sorgente, situazione od atto con un potenziale danno in termini di lesioni all’ uomo o malattie professionali od una combinazione di tali conseguenze.

Politica di Salute e Sicurezza

Il complesso di intenzioni ed indirizzi di una organizzazione relativamente le proprie prestazioni di salute e sicurezza così come formalizzato dall’Alta Direzione.

Prestazioni del sistema di Salute e Sicurezza

Risultati misurabili del sistema di gestione di salute e sicurezza dell’organizzazione relativamente ai propri rischi di salute e sicurezza.

Quasi Evento o Near Miss

Situazione in cui l’accadimento dell’evento è stato evitato grazie ad intervento tempestivo o per motivi fortuiti.

Responsabilità Sociale

Anche CSR, CSR è l’acronimo di Corporate Social Responsability, concetto tradotto in Responsabilità Sociale delle Imprese. La CSR può essere definita come “l’integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle istanze sociali ed ecologiche nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate”.

Rischio

Probabilità che sia raggiunto il limite potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore.

Rischio Accettabile (Acceptable Risk)

Rischio che è stato ridotto ad un livello tale per cui può essere tollerato dall’organizzazione che adempi agli obblighi legislativi ed alla propria Politica OH&S.

Risk apetite

Propensione al rischio. Per “Risk appetite” si intende quindi, una decisione presa dall’alto relativa al grado di rischio che l’emittente è in grado di assumere per perseguire i propri obiettivi strategici.

Risk capacity

Il livello massimo di rischio assumibile. L’emittente è in grado di assumere, senza incorrere in situazioni di crisi, fallimento o mancato rispetto di vincoli imposti dagli azionisti o altri portatori di interesse (stakeholder). Così come richieste/imposizioni degli organismi di vigilanza.

Risk mitigation

Misure preventive o correttive atte a ridurre l’impatto negativo sugli obiettivi (cautelativi, di mantenimento, di crescita, etc.) dovuto ad eventi avversi e/o imprevisti.

Risk profile

La natura e il livello di rischio, in un dato momento, al netto dell’effetto delle contromisure in essere.

Risk target

Il livello di rischio obiettivo (ottimale). Ciò che l’emittente intende assumere per il raggiungimento dei propri obiettivi strategici, tenuto conto della dimensione e della complessità dell’azienda/struttura, nonché del modello di organizzazione adottato.

Risk tolerance

La soglia di rischio tollerata. Deviazione massima consentita dal livello di rischio, che dovrebbe poi definire i limiti di rischio più specifici e delle relative procedure di escalation, in caso di superamento.

Root Cause Analysis

Processo per identificare le basi o i fattori causali che sono responsabili del verificarsi di un evento avverso, inclusa l’occorrenza o la possibile occorrenza, di un evento sentinella.

Salute

Stato di benessere fisico, mentale e sociale e non semplice assenza di malattia (OMS).

Sicurezza

Stato in cui il rischio di danno alle persone o alle cose è limitato a un livello accettabile.

Stakeholder

Letteralmente portatore di interesse / posta in gioco (stake-holder). In pratica soggetti organizzati e non, che possono avere direttamente o indirettamente un interesse/beneficio/rischio derivante dalle attività di un’impresa, Sono stakehoder I dipendenti, I clienti, I fornitori, gli Enti locali, le associazioni non profit, il mondo della ricerca, le scuole, l’Università, le associazioni imprenditoriali, I sindacati, la comunità locale, il territorio-l’ambiente.

Sviluppo Sostenibile

La Commissione ONU Brundtland lo ha definito nel 1987 la come lo sviluppo in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere lo stesso diritto alle generazioni future. Il concetto si riferisce a modelli di sviluppo che mirano ad un equilibrio tra dimensione sociale, economica e ambientale, con azioni sinergiche di tecnologia, norme, comportamenti responsabili, strumenti economici, e un ruolo multistakeholder tra imprese- società civile-istituzioni pubbliche.

Unico Documento di Valutazione dei Rischi

Documento che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non e’ possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze. Tale documento e’ allegato al contratto di appalto o di opera.

Valutazione del Rischio (Risk Assessment)

Processo generale di valutazione della dimensione del rischio derivante da pericolo/i prendendo in considerazione l’adeguatezza di ogni controllo esistente e di decisione sulla sua tollerabilità o meno.

Commenti chiusi